Home Unione Soci Attività
e Progetti
Eventi Servizi Le banche dati
del biologico
Focus on Naturalmente
Bio
Area Stampa Link
Home » La certificazione

La certificazione

 

I regolamenti europei sul biologico lasciano libertà agli Stati membri di attivare nel proprio Stato uno specifico sistema di controllo e vigilanza, che coinvolga sia Autorità pubbliche che società di certificazione private. In Italia il sistema di certificazione, controllo e vigilanza dei produttori e dei prodotti biologici prevede numerosi attori:

Il Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestale è l’Autorità Pubblica di riferimento ed il Referente a livello europeo. Il Ministero autorizza gli Organismi di Controllo e Certificazione (OdC) ed esercita l’attività di sorveglianza su di loro. 

Le Regioni ricevono le notifiche dagli Operatori, costituiscono gli Albi delle Aziende ed inoltre esercitano l’attività di sorveglianza sugli OdC.

NAS, ICQRF esercitano l’attività di controllo come nel comparto tradizionale

ACCREDIA è l'Ente unico nazionale di accreditamento,  che valuta la competenza tecnica e l'idoneità professionale degli Organismi di Controllo e Certificazione, accertandone la conformità a regole obbligatorie e norme volontarie, per assicurare il valore e la credibilità delle certificazioni.

Gli operatori del bio hanno gli obblighi e le responsabilità che competono a chi produce, trasforma, commercializza prodotti alimentari

Gli Organismi di Certificazione sono società private che operano nel settore biologico in virtù dell’accreditamento da parte dell’ente unico nazionale di accreditamento ACCREDIA e del riconoscimento da parte del MiPAAF (Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali). Gli OdC esercitano l’attività di controllo e certificazione degli Operatori che hanno inviato la notifica e forniscono agli Enti Pubblici i dati sulle aziende controllate e una relazione dettagliata della loro attività.

Gli OdC svolgono numerose visite di controllo e prelevano campioni per la ricerca di sostanze non ammesse dai regolamenti biologici; tale attività è effettuata presso tutti gli operatori siano essi agricoltori, allevatori, trasformatori, commercializzatori o importatori.

I regolamenti europei indicano che gli OdC devono eseguire un controllo di ciascun operatore biologico almeno una volta all’anno e dalla tabella si evince che tale limite è rispettato dagli OdC italiani.

 

In particolare si occupano di: 

 

 


 

 

 

 


Attività di informazione e divulgazione del settore dei prodotti biologici realizzata da UPBIO nell'ambito della Mis. 133, PSR 2007/2013, determinazione n.718325 del 29/12/2014 - Codice domanda n.8475921024.


 

PSR Regione Lazio 2007/2013 - Misura 133 - Sostegno alle Associazioni di produttori per le attività di promozione e informazione riguardanti i prodotti che rientrano nei sistemi di qualità alimentare.